Loading...
Cuvée Elisabeth 2007

BRUT ROSÉ MILLÉSIME 2007

Profondità e complessità

Questo champagne rosé millesimato è stato creato nel 1988 in omaggio a Elisabeth Salmon, co-fondatrice della Maison. Con il suo carattere raro e raffinato, offre con finezza il prodotto dei nostri migliori terroir di Pinot Noir e Chardonnay.


Note di degustazione


La presenza esigente di un know-how ancestrale è riconosciuta attraverso l’arte dell’assemblaggio e la rigorosa selezione di un’annata eccezionale. Questo gran vino estremamente raffinato sfoggia una personalità caratterizzata da consistenza e sapori delicati.




ALLA VISTA

Una presenza visiva molto luminosa e brillante dalle tonalità rosa salmone, messa in risalto da una graziosa effervescenza.


AL PALATO

Lo sviluppo armonico dei sapori (nettarina, pesca noce, cardamomo) e il carattere ampio e puro al palato rivelano delicate spezie di mandarino acidulo e un gusto persistente di cedro e prezioso legno esotico.


AL NASO

Piccoli frutti rossi croccanti, scorze di agrumi e frutti con nocciolo. Squisita sensazione di un’ampiezza aromatica ricca e complessa (fico fresco, pesca arrosto, macaron alle mandorle).


DEGUSTAZIONE

Ideale per accompagnare un ottimo pollo di Bresse, scampi reali e croccanti macaron all’ibisco.

Temperatura di servizio: 11-12°


Di Florent NYS, enologo e Chef de cave della Maison Billecart-Salmon.



Perfettamente d’accordo con David Bizet

Chef del ristorante L’Orangerie* Four Seasons Hotel George V – Parigi


 In tutta sincerità, l’Elisabeth Salmon 2006 è stato una delle mie prime emozioni vissute con lo champagne. L’ho scoperto con il mio sommelier durante una visita nella tenuta. Si contraddistingue per la densità e l’intensità, che lo rendono un vero champagne per l’alta ristorazione. Questa cuvée tiene testa a pietanze come l’astice blu con carote all’arancia e jus corsé che preparo al ristorante L’Orangerie*. Il carattere iodato, vegetale e speziato di questo piatto risponde alle note di mandorla e frutti rossi e alla finezza delle bollicine. Penso che il luogo ideale in cui degustare questo champagne sia la terrazza della suite Penthouse all’hotel George V. Con il panorama su Parigi, una buona compagnia e questo grande vino il momento diventa magico! 




Valutazioni delle guide



Vitigni ed elaborazione


• 50% Pinot Noir della Montagna di Reims e della Grande Valle della Marna


• 50% Chardonnay della Côte des Blancs


• Una parte del Pinot Noir è vinificata in rosso. L’uva destinata al vino rosso proviene dalle vecchie viti dei vigneti ‘’Valofroy’’, situati sui pendii di Mareuil-sur-Aÿ ed esposti a sud.


  • • Dosaggio: 6 g/l
  • • Fermentazione malolattica parziale
  • • Maturazione sur lies/in cantina: 9-10 anni
  • • Formati disponibili: bottiglia
  • • Periodo di invecchiamento: più di 10 anni